Giornata Mondiale dell'acqua

In Marzo, oltre alla primavera e dunque il risveglio della Natura, arrivano anche alcune date molto importanti per il rispetto del nostro Pianeta e per la sensibilizzazione dell’opinione pubblica rispetto ad alcune tematiche fondamentali per la sua salvaguardia. Tra queste, una delle più sentite è la Giornata Mondiale dell'Acqua (il World Water Day), istituita dalle Nazioni Unite nel 1992. Un momento di riflessione, con numerosi eventi e opportunità di conoscenza: tra questi la pubblicazione di un interessante e-book (scaricabile gratuitamente) dal titolo FATTORE ACQUA, sulle implicazioni della risorsa acqua negli ambiti della salute pubblica, dei cambiamenti climatici, dell’economia e del mondo delle imprese.

A livello istituzionale, in questa data ogni anno, gli Stati membri dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite sono invitati a parlare di acqua, con attività di promozione e di sensibilizzazione su questo tema. Un coinvolgimento che vede, oltre agli Stati membri, anche molte Organizzazioni Non Governative a vivere questa giornata come un momento di sensibilizzazione dei cittadini sulla critica questione dell'acqua nella nostra era, in particolare rispetto all'accesso all'acqua dolce e alla sostenibilità degli habitat acquatici.

L’acqua è fonte di vita. È stato dimostrato in uno studio recente della Columbia University, che una “tempesta perfetta” transitoria di nutrienti e luce avrebbe stimolato l’esplosione della vita nel Pacifico dopo l’era glaciale. E proprio gli oceani ospitano alcuni degli habitat più delicati e ricchi di vita al mondo, dove coabitano più di 226.000 specie di animali (a cui vanno aggiunti alghe, batteri e protisti) e rappresentano i nostri “soffi di vita” perché, producendo l’ossigeno che respiriamo, fungono da polmoni del nostro pianeta. E se noi popoli occidentali siamo abituati ad aprire un rubinetto in casa e avere acqua potabile da usare per una doccia o bere o cucinare, ci sono (secondo i dati dell’Unicef) circa 750 milioni di persone nel mondo che invece non hanno accesso all’acqua da bere.

E proprio in questa direzione va l’Edizione 2018, che propone come tema della Giornata mondiale “Nature for Water”, con lo stimolo a scegliere le soluzioni che il Pianeta ci fornisce per affrontare le sfide del 21mo secolo come le inondazioni, la siccità e l'inquinamento delle acque.