Giochi di nuvole

Tempo di lettura stimato: 3 min

Un sogno chiamato nuvola! Sdraiarsi su un prato, guardare il cielo e immaginare mille forme diverse che cambiano rapidamente appena soffia il vento: un cavallo diventa una macchina che si trasforma improvvisamente in un profilo umano. Avere la testa letteralmente tra le nuove aiuta a distrarsi, a creare nuovi mondi con la fantasia e perché no anche a farsi due risate. Ma a cosa servono le nuvole?

Scientificamente le nuvole sono formazioni di acqua che regolano il normale processo climatico: preannunciano la pioggia e sono delle vere proprie sentinelle della condizione atmosferica del nostro Pianeta. E se sparissero? La temperatura globale si alzerebbe di circa 8°. Le nuvole sono un filtro, una barriera che respinge parte dei raggi solari, lavorando come un sistema di raffreddamento naturale del Pianeta. Un bene prezioso dal bianco candore. 

E avete mai visto un arcobaleno di nuvole? È un fenomeno raro, ma che lascia a bocca aperta. Si tratta delle nubi iridescenti che colorano d’improvviso il cielo di mille colori. Questo accade quando i raggi del sole incontrano alcune nuvole composte da cristalli di ghiaccio omogenei. La luce si infrange come in un prisma, diffondendo uno spettacolare gioco di colori che scaldano l’atmosfera. 

Per non parlare della meraviglia dei tramonti: la luce che filtra attraverso le nuvole pennellate in cielo crea un ambiente a dir poco romantico. Le nuvole si suddividono in quattro categorie in base alla loro forma e preannunciano un differente cambiamento nel tempo:

  • i cirri: sono piccole nuvole composte da cristalli di ghiaccio. La loro disposizione aiuta a capire in che direzione soffia il vento. La loro forma più riconoscibile è quella comunemente definita “cielo a pecorelle” che si sa, porta acqua a catinelle. 
  • I cumuli: le classiche nuvole spumose e bianchissime in cui viene voglia di tuffarsi come fossero panna montata. 
  • I nembi: sono le nuvole portatrici di pioggia certa. Si manifestano con il colore grigio alla loro base. Se le vedete in cielo, prendete l’ombrello. 
  • Gli strati: nuvole piatte dall’effetto sfumato. Sembrano le delicate pennellate di un pittore su un’infinita tavolozza blu.

Ma vi siete mai chiesti quanto pesa una nuvola? Vi sorprenderà sapere che, sì le nuvole hanno un peso e sono anche belle pesanti. Un cirro, la piccola e innocente nuvoletta bianca, può pesare fino a 200 tonnellate e raggiungere il chilometro cubo di grandezza. È proprio vero che l’abito non fa il monaco.