Cascate iguazù: doccia naturale!

Mai fatto una doccia di 257 getti contemporaneamente? No, non è una nuova idea di design ma è la doccia più naturale del mondo! Si tratta infatti delle cascate di Iguazù.

Uno spettacolo situato al confine tra il Brasile e l’Argentina. Che già solo a citare questi due paesi viene voglia di fare uno di quei viaggi che #nonfinisconomai! 

Le cascate i Iguazù sono un luogo così incantevole da aver attratto anche il grande Spielberg nel 2008 per girare Indiana Jones e il regno del teschio di Cristallo, il quarto film della rinomata saga cinematografica. 

È possibile ammirarle sia di giorno che al chiaro di luna in quanto esiste un percorso con tanto di ponti e terrazze che permettono anche di farsi un’insolita doccia. 

Forse è proprio qui che gli antichi si lavavano e preservavamo la loro igiene, chissà! Già perché a quanto pare si racconta che le origini della doccia si perdano nell’antichità. Addirittura greci ed egizi usavano docce “primitive”. Eppure la doccia, così come la conosciamo e utilizziamo oggi, si racconta che nasca da un’invenzione molto intuitiva: l’acqua veniva pompata fino a un catino il quale si riempiva e, con una semplice catena, si tirava affinché arrivasse sulla testa. Il nome del suo inventore era William Feetham. 

Ma questa è solo la punta dell’iceberg, visto che si susseguono le storie e i racconti sull’invenzione della doccia, come ad esempio una versione francese la “douch” che racconta sia stata creata da un medico di una prigione per garantire l’igiene ai detenuti (parliamo della seconda metà del 1800)

Un consiglio: un getto d’acqua gelata aiuta la circolazione.