L’Italia è davvero una terra meravigliosa!

Ricca di luoghi incantevoli, completa da tutti i punti di vista: culturale, storico, culinario, artistico, geografico e climatico. Insomma, un paese affascinante che i turisti da ogni parte del mondo #nonfinisconomai di elogiare ed apprezzare. 

E dalla terra italiana nascono tradizioni che si passano di generazione in generazione. Una tra queste è l’igiene. Anche se l’attitudine verso questa parola è cambiata negli anni. 

Un tempo, infatti, era un classico parlare delle sane “vitamine della vita”, un modo per indicare che, se ad esempio a una bambina o a un bambino cadeva il ciucco per terra e se lo rimetteva in bocca, non si inorridiva, anzi, si diceva che erano, appunto, le vitamine della vita per indicare che in tal modo, si fortificava il sistema immunitario. 

Oggi le cose sono molto cambiate e l’utilizzo di prodotti igienizzanti si sono triplicati. Prodotti per igienizzare le mani, anche da pochette, come le salviette fino ad arrivare a qualunque tipo di prodotto creato apposta per abbattere i batteri. 

Ma se ne ha davvero necessità di tutti questi prodotti? Ebbene, sicuramente l’igiene per le mani, come già detto precedentemente, è essenziale mentre non sempre lo è l’utilizzo di prodotti igienizzanti. 

Una corrente di pensiero, infatti, si rifà a quelli che erano le riflessioni di un tempo. Che non è necessario avvalersi di prodotti igienizzanti in quando non sia sano crescere in ambienti asettici. Senza dimenticare che l’utilizzo di prodotti naturali possono in qualche modo essere più “salutari” ed economici. E voi, cosa ne pensate?