La green Shenzhen

Riflessione: con 12 milioni di abitanti, la città di Shenzhen è situata sulla costa meridionale della provincia del Guangdong, presso il golfo Dapeng a est, la foce del fiume delle Perle a ovest e Hong Kong a sud. Borgo di pescatori negli anni ’70, è oggi considerata la città più hi-tech della Repubblica Popolare: qui hanno sede molte delle società che /tra cui Huawei e Tencent) che stanno evolvendo a una velocità senza paragoni.

Minaccia: nel 2014 venne pubblicato uno studio, realizzato dal ministero della protezione dell'ambiente di Pechino, ha dimostrato che in Cina il 90% delle città era oltre il limite di sicurezza: una nebbia fitta di smog che teneva più di 130 cittadine (delle 161 esaminate) mostravano valori di qualità dell’aria allarmanti. Le più inquinate, secondo lo studio, risultavano: Xingtai, Shijiazhuang, Baoding, Tangshan, Handan, Hengshui, Jinan, Langfang, Xìan e Tianjin.

La buona notizia: da allora, la lotta per una svolta “green” da parte della Cina ha fatto passi notevoli. Tanto che oggi, la super-tecnologica Shenzhen, è una delle città più “pulite” della Repubblica Popolare: in soli 6 anni ha sostituito l’intera flotta di autobus a diesel per il trasporto pubblico con veicoli elettrici di nuova generazioni…e si tratta di ben 16 mila autobus a impatto zero. Sono stati inoltre installate 500 stazioni di ricarica con oltre 8000 colonnine elettriche.

Il prossimo obiettivo è quello di fare altrettanto con i taxi cittadini, sostituendoli totalmente da veicoli elettrici entro il 2020.