L’idea del telefono ha portato altre idee!

Secondo una recente statistica, lo strumento più utilizzato per rimanere costantemente bene informati non è più la televisione, o la radio, ma il telefono.

Certo, ovviamente stiamo parlando di un dispositivo connesso ad internet. Ed è ormai di dominio pubblico la notizia che circa 50,7 milioni di italiani usino il telefono cellulare. Forse sarà questo che il comune di Bolzano ha installato dei “paratesta” sui pali per evitare che le persone ci sbattano contro, intente a guardare il telefono invece di guardare dove mettono i piedi.
Di fatto, comunque, non si può certo negare che il telefono è una tra le idee geniali grazie a cui oggi possiamo fare davvero di tutto!

Sebbene all’inizio dei tempi l’utilizzo era limitato solo alla semplice chiamata telefonica, negli anni, con l’aggiunta di altre idee e la rivoluzione tecnologica delle APP ha portato le persone a connettersi tramite infinite possibilità! Videochiamate, post su Twitter, Facebook o altri social in generale, mail, sms, commenti su siti e forum, messenger, stories, dirette: insomma c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

Non solo! L’uso del telefono oggi è triplicato poiché oltre ai mille modi per connettersi con gli altri, funge da intrattenimento costante. Dalla lettura di articoli come quello che state leggendo alla visione di programmi tv grazie a nuove realtà come Netflix e altre piattaforme di streaming (Amazon, YouTube, etc.) Ma da chi è partito tutto? A chi è venuto in mente l’idea del telefono?

Ebbene soddisfatta la vostra curiosità: si racconta che sia stato Alexander Graham Bell a depositare il brevetto il 7 marzo 1876 ma la storia non finisce qui. Infatti, fu il fiorentino Meucci ad avere l’idea di quello che all’epoca si chiamava “telettrofono” ma, purtroppo, la sua condizione economica non gli permise di pagare che solo il brevetto temporaneo. Bell quindi depositò il brevetto e creò la compagnia telefonica omonima. Il brevetto fu più volte contestato da Meucci ma è solo nel 2002 che il Congresso degli Stati Uniti riconobbe la paternità del progetto.

Una piccola idea con una grande storia e in un minimo spazio si ha accesso a un mondo di cose che #nonfinisconomai…o sì?!