La storia di Halloween

"Trick or treat, smell my feet, give me something good to eat": recita così la filastrocca da cui deriva la formula rituale “trick-or-treat, tradotta in italiano con “dolcetto o scherzetto”, una di quelle tradizioni che #nonfinisconomai di contagiare adulti e bambini. 
Ma da dove nasce la storia di Halloween? È una festa di origine celtica che ha acquisito solo di recente la fama ed oggi la conoscono in tutto il mondo: orrore, travestimenti spaventosi, giochi. E poi, ovviamente, la zucca intagliata, il simbolo per eccellenza, chiamata nei paesi anglofoni "Jack-o'-lantern". 
Ma chi è Jack-o'-lantern? Intorno a questa figura esistono tantissimi miti. Il più diffuso è quello irlandese, che descrive Jack come un fabbro scaltro e avaro. Ma soprattutto, come un vero ubriacone, con l’anima nelle mani del diavolo. Secondo la leggenda, una sera, al pub, Jack incontra proprio il demonio, al quale promette in via definitiva la sua anima in cambio di un’ultima bevuta. Il diavolo si trasforma così in una moneta, che il furfante ripone immediatamente nel suo borsello, di fianco a una croce d'argento, con lo scopo di impedire al demonio di recuperare la sua forma originale. Il diavolo, allora, propone a Jack un accordo: in cambio della libertà, avrebbe lasciato la sua anima libera per i successivi dieci anni. 
Trascorsi i dieci anni, il demonio si presenta a riscuotere l’anima, chiedendo all’ubriacone di raccogliere per lui una mela dall’albero. Per impedirgli di scendere dal ramo, Jack incide sul tronco una croce. I due giungono a un nuovo accordo: il diavolo rinuncia a dannare l’anima del furfante in cambio della libertà.
Alla sua morte, però, Jack viene rifiutato dal Paradiso. All’Inferno, trovandosi al cospetto del diavolo, l’ubriacone riceve lo stesso trattamento. Il demonio dà a Jack un tizzone ardente da riporre all’interno di una rapa intagliata: inizia così, per il furfante, la lunga e infinta ricerca di un luogo tranquillo dove fermarsi a riposare.
Proprio come la leggenda, la tradizione di intagliare zucche deriva dall’Irlanda. La prima attestazione di questa pratica, diffusa anche in alcune zone della Scozia, risale ai primi anni del 1800. In Nord America la prima zucca di Halloween viene intagliata nel 1834. La pratica si svolgeva anche prima di questa data, ma non in occasione di questa festività. 
Da dove deriva, invece, l’usanza di travestirsi? 
Nel Medioevo, a Ognissanti, in Irlanda e in Gran Bretagna i poveri andavano di porta in porta a chiedere l’elemosina, ricevendo cibo in cambio di preghiere indirizzate ai morti dei benefattori. Anche nel Sud Italia si svolgevano alcune pratiche simili per le anime dei defunti. 
Ora che siamo bene informati, attendiamo la notte di Halloween aguzzando gli occhi al cielo: prestando particolare attenzione, infatti, potremmo intravedere la fiammella di Jack che aleggia nell’oscurità.