Viaggeresti da sola/o?

Tempo di lettura stimato: 3 min

Il detto cita “meglio soli che male accompagnati” eppure la maggior parte dei viaggi che si fanno prevedono la compagnia di amici, famiglia o del partner. Perché condividere è certamente una cosa che piace (altrimenti non esisterebbero i social!). 

Eppure alcune correnti di pensiero dicono che intraprendere un viaggio da solo possa essere un momento unico per la propria esistenza. Anche il cinema propone storie incentrate sul viaggiare da soli e tratte da romanzi a volte anche autobiografici. Come ad esempio il premio Oscar Reese Witherspoon nel film Wild, oppure Mangia, prega ama con un altro premio Oscar: Julia Roberts.

O, ancora, il poetico I sogni segreti di Walter Mitty o la drammatica quanto intensa storia vera di Into the wild raccontata con gli occhi registici del grande premio Oscar Sean Penn. Ma nella realtà, intraprendere un viaggio da soli non è un passo così semplice per molti di noi, eppure, molti ci sono riusciti e sono passati alla storia.  Anzi, passate! Già perché quello che state per intraprendere nelle prossime righe è un brevissimo viaggio alla scoperta delle esploratrici più in gamba della storia. Partiamo da un classico: Jules Verne e il giro del mondo in 80 giorni che conquistò l’americana Nellie Bly a tale punto da farle intraprendere il giro del mondo in 72 giorni da sola, tra Europa, Cina e Giappone (stiamo parlando della seconda metà dell’800!).

Spostiamoci ora verso la scrittrice francese Alexandra David Neel, in quanto fu la prima donna dell’occidente a visitare il Tibet, (stesso periodo di Nellie Bly). Ed arriviamo a lei, Annie Londonderry (vero nome Annie Cohen Kopchovsky), la prima donna ad attraversare mezzo mondo in biciletta.
E concludiamo con lei, citata anche nel film Una notte al museo 2: Amelia Earhart che nel 1928 attraversò l’Atlantico in volo, la prima donna a farlo!

Per rimanere bene informati, che poi è sempre un buon modo per mantener attiva la mente, vi suggeriamo di dare uno sguardo sul motore di ricerca di Twitter con l’hashtag #PlanASoloVacationDay* perché girano molti suggerimenti su eventuali mete ed esperienze attuali di chi ha viaggiato o viaggia da solo.
*Si celebra il 1° marzo in America come giorno per pianificare un viaggio da soli.

NB. Nell'immagine Atlanterhavsvegen che tradotto dal Norvegese significa "strada dell'Atlantico"